Lago Moro e Presolana

Uscito per una tranquillo giro in cerca di frescura al lago Moro mi son lasciato prendere la mano e mi son ritrovato a percorrere le salite del passo Presolana!

Il percorso ad anello che ne è uscito è stato spettacolare e non poco faticoso visto la calura estiva avvertita lungo la salita verso il passo Presolana

Parto da casa con un cielo azzurro e con in testa l’idea di andare al Lago Moro e poi vediamo il da farsi…

La salita al lago Moro

Costeggio il piccolo lago di Gaiano e poi scendo a Lovere sul lungolago del lago d’Iseo ,  percorro la ciclabile che da Costa Volpino mi  porta a Bessimo di Rogno dove mi dirigo a Darfo per salire al lago Moro.La strada è insolita, in 1800 di salita ci sono ben 13 tornanti, è poco trafficata perché d’estate è chiusa al traffico e dopo neanche 25 km sono già sulle sponde del terzo lago, dove qualche intrepido nuotatore sta saggiando al temperatura dell’acqua in attesa della gara di attraversamento del lago in programma nella mattinata.

Mi trattengo poco e riparto per la salita su fondo un po’ sconnesso che porta al bivio per scendere ad Angolo Terme.

Vista della Presolana da Angolo Terme
Vista della Presolana da Angolo Terme

All’inizio della discesa  la vista della Presolana mi tenta e così giunto  ad Angolo decido di proseguire verso la via Mala che avevo già percorso qualche anno fa .Sarà che la strada sale dolcemente e in ombra ci si gode il fresco, sarà il panorama del canyon naturale che si attraversa  , ma la fatica non si fa sentire e alle 10.40 mi trovo ad un bivio decisivo: il cartello indica “Passo Presolana Km 8” e le possibilità sono 2 :

 1) farmi la Presolana da Dezzo e poi fino a casa è tutta discesa  :lol:

2) tornare indietro a Boario e ciclabile della ValCamonica .

Altimetria della Presolana
Altimetria della Presolana

Alla fine mi faccio tentare dalla Presolana, lo so che è più dura dal versante scalvino ma voglio farla una volta! In effetti i primi Km passano via tranquilli su pendenze accettabili fino al bivio che porta a Colere, dopodiché la salita si fa sempre più dura , i cartelli indicano una  pendenza del 14% , il caldo si fa sentire e vado in crisi. I ciclisti che come me salgono da questo versante si contano sulla dita di uno mano, e ricevo occhiate compassionevoli dai ciclisti e motociclisti che mi incrociano. Mi fermo all’unico bar lungo la salita per una Coca Cola e poi riprendo a salire finché finalmente il tratto più ostico lascia spazio ai tornanti e finalmente mi ritrovo al passo dove incontro frotte di ciclisti all’unica fontana d’acqua fresca.

Psso della Presolana 1297 m.s.l.m.

 Ora mi attendono 30 km di quasi totale discesa lungo la Val Borlezza e dopo poco più di 5 ore faccio ritorno a casa , fisicamente provato ma soddisfatto del giro di oggi!

Il percorso:

Km 79

Dislivello 1121 m.


NB:Traccia incompleta lungo la via Mala perché all’uscita dalle gallerie il Gps faceva fatica ad agganciarsi , comunque la strada è una sola :-)

Precedente 2014 Valcamonica-Sentiero Valtellina-Lago di Como Successivo 2014 Coast to Coast dal Tirreno all'Adriatico

Lascia un commento

*